Come riscaldare il bagno: soluzioni di riscaldamento per il bagno a Padova

come riscaldare il bagnoIl grande freddo deve ancora arrivare e questo autunno si conferma tra i più miti degli ultimi anni. Ragion per cui è meglio aspettare ad accendere i termosifoni o il riscaldamento a pavimento. Allora come riscaldare il bagno quando si va a fare la doccia?

La soluzione più economica nell’immediato è senza dubbio l’acquisto di un termoventilatore: con 40-50 euro si possono trovare degli apparecchi perfettamente efficienti e sicuri.

Poco ingombro, peso ridotto (un paio di chilogrammi in genere) e soprattutto l’ideale per riscaldare il bagno in pochi minuti, grazie alla ventola che distribuisce il calore in maniera uniforme. La principale controindicazione è data dal consumo, davvero importante: 2.000 watt possono essere un problema perché difficilmente supportabili da una normale rete domestica in combinazione ad esempio con un asciugacapelli e con la lavatrice.

Ma soprattutto un uso smodato del termoventilatore può risultare molto dispendioso, con bollette dell’energia pronte a schizzare alle stelle.

Alla domanda come riscaldare il bagno, senza spendere una fortuna, la risposta giusta potrebbe essere puntare su un termoconvettore. Il peso è più significativo, (si passa a cinque chilogrammi), e anche il tempo di diffusione del calore è più lungo, perché il caldo sale naturalmente verso l’alto.

Tra i vantaggi la maggiore capacità: con un prezzo di poco superiore, che varia tra i 50 e gli 80 euro, si può acquistare un prodotto inriscaldamento bagno Padova grado di riscaldare anche ambienti più grandi.

Tra le soluzioni classiche figurano i radiatori elettrici portatili, che sono però più ingombranti. Tutti questi apparecchi mantengono a lungo il calore una volta spenti.

Al di là di come riscaldare il bagno in fretta e senza spendere troppo, è il caso di preoccuparsi anche di come riscaldare il bagno in completa sicurezza.

Il marchio Ce non dice nulla, quelli da ricercare sono l’Imq e IP24, sigla che testimonia l’ottima impermeabilità all’acqua. Un’opzione garantita dal doppio isolamento.

Tra le altre caratteristiche da tenere presente, la costruzione in materiale autoestinguente.

Perché le risposte a come riscaldare il bagno sono molte, ma quelle che non garantiscono la massima sicurezza vanno di certo scartate.

Scopri tutte le nostre soluzioni per riscaldare il bagno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *